Area Soci ANCAD

Sei socio Ancad? Inserisci username e password che hai ricevuto per mail e accedi ai contenuti esclusivi.

    
15/11/2016

La salvaguardia dei denti naturali

Roma, Italia – Sulle note di "Nuvole Bianche" di Ludovico Einaudi, accompagnate da una carrellata dei volti più famosi del mondo dell’odontoiatria e dell’endodonzia, si apre ufficialmente oggi – venerdì 11 novembre – il Congresso Internazionale SIE dal titolo "Saving teeth: the endo challenge".

Titolo ripreso dal presidente SIE, Pio Bertani, che dà il suo primo benvenuto e che con orgoglio e soddisfazione sottolinea il carattere internazionale del congresso di quest’anno. Un’internazionalità espressa non solo da grandi e importanti nomi che terranno relazioni e lecito magistralis durante le giornate del congresso ma anche confermata da una grande affluenza di partecipanti non solo italiani.

La parola passa quasi subito alla professoressa Ersilia Barbato, direttrice del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche a La Sapienza, che con grande enfasi sottolinea l’importante scelta fatta di accreditate il congresso per gli studenti, sia pre-laurea che post, proprio perché, riprendendo le parole del Presidente, il tema e le relazioni trattate saranno fondamentali per la formazione dei nuovi professionisti.

La parola è poi passata a importanti nomi, il professor Leonardo Calabrese del corso di Laurea di Torre Vergata che ha condiviso il suo grande impegno nel portare avanti il lavoro iniziato dal professor Marco Martignoni e come l’importante tema del congresso SIE debba costituire la piattaforma culturale per la sfida quotidiana dei nuovi professionisti nel futuro mondo lavorativo. A seguire il dottor Gianfranco Carnevale ha fatto emergere l’importanza che le società scientifiche devono avere nel far sentire la propria voce sulle grandi questioni in ambito odontoiatrico e, come Presidente del CIC (Comitato italiano di Coordinamento delle Società Scientifiche Odontostomatologiche), ha ricordato come, a differenza di pochi anni quando le società scientifiche non erano quasi prese in considerazione, oggi siano punti carine di cambiamento e voce fondamentale dell’innovazione. Il dottor Delogu, presidente AIO, ha sottolineato la fondamentale collaborazione che lega da anni l’AIO con la SIE e ha sottolineato l’importanza nella complementarietà dei ruoli possa concretizzare una mentalità progressista in grado di affrontare le sfide della professione.

A seguire altri nomi hanno dato voce alla cerimonia di apertura dell’edizione 2016: il professor Marco Ferrari dell’Università di Siena; il professor Claus Löst, presidente della ESE (Società Europea di Endodonzia), felice nel vedere come in Italia le società scientifiche siano in grado di collaborare in modo efficiente ed efficace; Aldo Nobili come rappresentante dell’ANDI, e coordinatore del progetto ANDI Young, il quale ha sottolineato il suo grande piacere nel vedere un così alto numero di studenti presenti al congresso.

Il Presidente riprende la parola e da subito il via alla prima sessione del congresso, un’edizione che da voce e forma a questo importante argomento, la salvaguardia dei denti naturali, che già negli ultimi tre anni è stato tema focale della Società Italiana di Endodonzia.

Auguriamo quindi anche noi un buon lavoro a tutti quanti e che questa edizione possa essere un’esperienza di valore nel diventare grandi professionisti e accrescere la passione a chi già pratica questa splendida disciplina da anni.

Fonte: Dental Tribune


TORNA INDIETRO



Associati