Area Soci ANCAD

Sei socio Ancad? Inserisci username e password che hai ricevuto per mail e accedi ai contenuti esclusivi.

    
12/05/2016

La rivoluzione 2.0 dei BarCode è adesso.

Il codice QR (in inglese QR Code, abbreviazione di Quick Response Code) è un codice a barre bidimensionale (o codice 2D), ossia a matrice, composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone. In un solo crittogramma sono contenuti 7.089 caratteri numerici o 4.296 alfanumerici. Genericamente il formato della matrice è di 29x29 quadratini.

I codici QR Code possono contenere sia indirizzi internet che testi, numeri di telefono  o sms.Sono leggibili da qualsiasi telefono cellulare e smartphone munito di un apposito programma di lettura (lettore di codici QR, o in inglese QR reader).

Come è accaduto con l’arrivo dei primi BarCode, il dentale non ha adottato uno standard, ha solo assistito  all’introduzione di questi bei disegni nelle confezioni che arrivavano dall’America. Alcuni settori sono riusciti a trovare un accordo: grande distribuzione alimentare, cosmetici, detersivi e Farmaci, che hanno adottato uno standard  leggibile in tutti i punti vendita. Stiamo parlando dei codici Ean/Upc  presenti su tutti i prodotti.

Ora con l’introduzione dei QR Code sta cambiando nuovamente tutto.

Questi codici, come spiegato, hanno la possibilità di incorporare maggiori informazioni come il Codice Articolo,  il Lotto e la data di scadenza.

Pensate solo al tempo risparmiato nella gestione del magazzino se tutti potessimo utilizzare e leggere questi codici.

Purtroppo la storia si ripete. I produttori del dentale non stanno seguento uno standard, ma i QR Code vengono sviluppati ad uso e consumo interno.  Mi spiego meglio. I computer necessitano che i dati siano posizionati allo stesso modo. Le posizioni di articolo, lotto e scadenza, devono avere la stessa sequenza, e cosa più importante lo stesso numero di caratteri.

Di seguito alcuni esempi pratici

Lettura del QR CODE 110-4510-02+15061802+202206+00001+156C009307

REF o codice articolo 110-4510-02 11 caratteri con il simbolo +  spazio

LOT o Lotto 15061802 8 caratteri con il simbolo + spazio

Scadenza 202206 6 caratteri con il simbolo + spazio

Quantità 00001 5 caratteri con il simbolo + spazio

Codice interno 156C009307 10 caratteri

Lettura del QR CODE G4312   15F0103   202003

REF o Codice Articolo G4312 5 caratteri con spazio

LOT o Lotto 15F0103 7 caratteri con spazio

Scadenza 202206 6 caratteri

Lettura del QR CODE 1163070-0008514-NM-F3710

Codice interno 1163070 8 caratteri con il simbolo -  spazio

LOT o Lotto 0008514 8 caratteri con il simbolo -  spazio

PN o Codice Articolo NM-F3710 8 caratteri con il simbolo -  spazio

Conclusioni

Come è stato evidenziato dagli esempi, ogni produttore ha utilizzato una propria codifica.  Incidere sui produttori esteri è impossibile, ma con quelli Italiani qualcosa  si può e si deve fare.

Al produttore che sta per adottare il   QR CODE nel proprio confezionamento, non costa nulla aderire a uno standard leggibile e utilizzabile da tutti.

Auspicabile sarebbe l’apertura di un tavolo Tecnico con tutti i comparti del Dentale.

Muovendoci tempestivamente  si potrebbe finalmente definire uno standard per i QR CODE nel dentale. Aumentare l’efficenza significa risparmio di tempo e denaro.

Giuseppe Territo

Consigliere Ancad

 


TORNA INDIETRO



Soci Ancad 2016